venezia

Lo zen e l’arte di curare il legno

Arriva quel momento in cui fuori c'è il sole e tu lo schermo del computer non vuoi vederlo manca dipinto. Dipinto... Da anni guardi il tuo portone di ingresso, cerchi di pulirlo, gli metti l'olio, un po' di stucco, eppure le crepe aumentano e lui è sempre più brutto. Poverino, resiste lì da quasi un… Continua a leggere Lo zen e l’arte di curare il legno

#fieamanetta, diportismo

Ho smesso di soffrire il mal di mare

Andar per mare è una faticaccia. La corrente che ti inganna, il vento che cambia, i motoscafi boriosi che tagliano l’acqua e tu, col tuo onesto cinque cavalli, che cerchi di non rovesciarti. Non basta. Il braccio teso e all’erta, con la spalla sinistra che ti fa marameo dopo due ore in tensione. Segnali ovunque,… Continua a leggere Ho smesso di soffrire il mal di mare

poesia, voce di donna

Trapani e gatti

Libertà è spendere meno di quanto si guadagna tranne qualche volta bere vino quanto basta per ballare non dare un consiglio a tutti i costi usare il trapano e la sega pulire la casa col percarbonato Libertà è riconoscere le piante leggere fumetti e chick lit senza che ti diano dell’ignorante fare pipì tra le… Continua a leggere Trapani e gatti

audiobooks, drammaturgia, musica, venezia

‘Zenevia sommersa dalle acque’ | il radiodramma prodotto dalla V-A-C è online

E ieri, lasciamo stare perché, l'acqua è salita di nuovo incontrollata. Alla seconda sirena, quella inaspettata, abbiamo riesumato la paratia casalinga in compensato marino, spalmato lo stucco in fretta e aspettato. I gatti non sapevano se guardare dalla finestra o nascondersi, non erano abituati al rumore degli stivali nell'acqua. Noi, alzate le poche cose a… Continua a leggere ‘Zenevia sommersa dalle acque’ | il radiodramma prodotto dalla V-A-C è online

I miei premi, poesia, riflessioni, scrittura creativa, voce di donna

Scrivere quando non puoi essere letto

Nell'ultima settimana mi sono arrivate un'antologia con un mio racconto e una pergamena (che, tra l'altro, ho tagliato aprendo la busta, pensando contenesse un libro che aspettavo). E dunque? Ho preso atto e ho continuato a lavorare. Che senso ha avere scritto, essere stati scelti, vedere il proprio nome stampato se poi nessuno ascolta le… Continua a leggere Scrivere quando non puoi essere letto

I miei premi, poesia, voce di donna

‘Ferro battuto’ a Grosseto

Da molti mesi avevo voglia di cambiare regione, cambiare aria, sentire una parlata diversa, prendere treni regionali (vedo uno sguardo perplesso su quest’ultimo punto. Eppure, lo confesso, non c’è alta velocità che tiene al confronto di un regionale lento, in ritardo, perso per le campagne). A gennaio avevo inviato una mia vecchia poesia a un… Continua a leggere ‘Ferro battuto’ a Grosseto