riflessioni

Tornare a ballare | sanare fratture

Sarà che due anni son lunghi, sarà che i giacinti bianchi in salotto sono esplosi (buongiorno anche a voi, grazie per profumare il mio risveglio), sarà insomma che tutto pressa, spinge, pulsa per ritornare a vivere, ma non riesco a smettere di ballare. Ballare male, magari, o scomposta, o stanca, o sgangherata, da sola •… Continua a leggere Tornare a ballare | sanare fratture

poesia

Tango de Navidad

Anche quest’annosono intasate le vetrinedi dolci fichi datterie di berretti rossi Ancora non ho mangiato un panettonené brindato alla salutené giocato a tombola Mi trovo sospesatra i desideri e gli auspicie so cosa non voglio Non ho bisogno di nemici archetipicii politiciné di nutrirmi d’ansia tre volte al dìcol TGNon voglio discussioni infiammategraffiate urlatené prendere… Continua a leggere Tango de Navidad

teatro

Della gioia di tornare a teatro

E dello stupore, del respiro che si mozza e del corpo che trasalisce, del tempo che scorre distorto veloce e sospeso, e del silenzio - senza tosse, senza carte di caramelle - condiviso in sala. Foto di scena, Teatro Goldoni di Venezia Ieri sera ho visto Pupo di zucchero di Emma Dante. Uno spettacolo denso,… Continua a leggere Della gioia di tornare a teatro

scrittura creativa, venezia, voce di donna

Cavallettere | antologia di racconti

Qualcuno dovrebbe spiegare perché, quando si avvicina Natale, i giorni accelerano e le settimane svaniscono. Ho iniziato a scrivere quest'articolo il 27 ottobre, giorno in cui è stata scattata la foto, e mi ritrovo al 21 novembre senza sapere cosa ho fatto nel mentre. O meglio, potrei dire le singole cose che sono successe, però,… Continua a leggere Cavallettere | antologia di racconti

Uncategorized

Gatt-calling | Lascia stare i gatti altrui

Ogni mattina un gatto sa che dovrà correre più veloce del proprio padrone per non essere fotografato. Più o meno, ecco. Diciamo che magari il gatto alle sette e mezza non scapperà da te, affamato com'è - e figuriamoci se tu, ancora prima del caffè, già pensi a Instagram. E poi, 'padrone', suvvia, chi vogliamo… Continua a leggere Gatt-calling | Lascia stare i gatti altrui

venezia

Lo zen e l’arte di curare il legno

Arriva quel momento in cui fuori c'è il sole e tu lo schermo del computer non vuoi vederlo manca dipinto. Dipinto... Da anni guardi il tuo portone di ingresso, cerchi di pulirlo, gli metti l'olio, un po' di stucco, eppure le crepe aumentano e lui è sempre più brutto. Poverino, resiste lì da quasi un… Continua a leggere Lo zen e l’arte di curare il legno

#fieamanetta, diportismo

Ho smesso di soffrire il mal di mare

Andar per mare è una faticaccia. La corrente che ti inganna, il vento che cambia, i motoscafi boriosi che tagliano l’acqua e tu, col tuo onesto cinque cavalli, che cerchi di non rovesciarti. Non basta. Il braccio teso e all’erta, con la spalla sinistra che ti fa marameo dopo due ore in tensione. Segnali ovunque,… Continua a leggere Ho smesso di soffrire il mal di mare