musica, scrittura creativa, voce di donna

“L’intervista” è su Bomarscè: storia di un controtenore napoletano

Che cos’è un racconto? Come nasce una storia? Spesso è difficile da dire. Una parola risuona nella testa, ne richiama un’altra, che a sua volta evoca un’immagine - non proprio un ricordo, ma il momento di un ricordo - e poi queste cose insieme si fondono e danno vita ad altro. È successo un po’… Continua a leggere “L’intervista” è su Bomarscè: storia di un controtenore napoletano

riflessioni, voce di donna

Palle di Natale al 41° parallelo (e una fiaba di Andersen)

Nei lunghi viaggi che mi toccano riesco a far poco. Il sonno, il mal d'auto, la noia. Ultimamente lavoro all'uncinetto mentre ascolto un audiolibro, almeno ho la sensazione di utilizzare il tempo in maniera proficua. E poi è bello. Nell'ultimo autobus Roma-Campobasso sono incappata sulle fiabe di Andersen lette da Lorenzo Pieri. Sirene, brutti anatroccoli,… Continua a leggere Palle di Natale al 41° parallelo (e una fiaba di Andersen)

musica, poesia

Maramao perché sei morto. Un gatto, un ribaldo e un canto abruzzese

Da piccola continuavo a chiedermi perché un gatto bevesse vino e mangiasse insalata dell’orto. Il pane, quello anche sì: Felì, la gatta grigia a strisce che avevamo, andava matta per il pane nero cotto del forno a legna. La canzone, comunque, insieme con Quarantaquattro gatti, era tra le mie preferite. Mi capita poi di sfogliare un… Continua a leggere Maramao perché sei morto. Un gatto, un ribaldo e un canto abruzzese

riflessioni

Tornare a ballare | sanare fratture

Sarà che due anni son lunghi, sarà che i giacinti bianchi in salotto sono esplosi (buongiorno anche a voi, grazie per profumare il mio risveglio), sarà insomma che tutto pressa, spinge, pulsa per ritornare a vivere, ma non riesco a smettere di ballare. Ballare male, magari, o scomposta, o stanca, o sgangherata, da sola •… Continua a leggere Tornare a ballare | sanare fratture

poesia

Tango de Navidad

Anche quest’annosono intasate le vetrinedi dolci fichi datterie di berretti rossi Ancora non ho mangiato un panettonené brindato alla salutené giocato a tombola Mi trovo sospesatra i desideri e gli auspicie so cosa non voglio Non ho bisogno di nemici archetipicii politiciné di nutrirmi d’ansia tre volte al dìcol TGNon voglio discussioni infiammategraffiate urlatené prendere… Continua a leggere Tango de Navidad

teatro

Della gioia di tornare a teatro

E dello stupore, del respiro che si mozza e del corpo che trasalisce, del tempo che scorre distorto veloce e sospeso, e del silenzio - senza tosse, senza carte di caramelle - condiviso in sala. Foto di scena, Teatro Goldoni di Venezia Ieri sera ho visto Pupo di zucchero di Emma Dante. Uno spettacolo denso,… Continua a leggere Della gioia di tornare a teatro

scrittura creativa, venezia, voce di donna

Cavallettere | antologia di racconti

Qualcuno dovrebbe spiegare perché, quando si avvicina Natale, i giorni accelerano e le settimane svaniscono. Ho iniziato a scrivere quest'articolo il 27 ottobre, giorno in cui è stata scattata la foto, e mi ritrovo al 21 novembre senza sapere cosa ho fatto nel mentre. O meglio, potrei dire le singole cose che sono successe, però,… Continua a leggere Cavallettere | antologia di racconti

Uncategorized

Gatt-calling | Lascia stare i gatti altrui

Ogni mattina un gatto sa che dovrà correre più veloce del proprio padrone per non essere fotografato. Più o meno, ecco. Diciamo che magari il gatto alle sette e mezza non scapperà da te, affamato com'è - e figuriamoci se tu, ancora prima del caffè, già pensi a Instagram. E poi, 'padrone', suvvia, chi vogliamo… Continua a leggere Gatt-calling | Lascia stare i gatti altrui