riflessioni

Tornare a ballare | sanare fratture

Sarà che due anni son lunghi, sarà che i giacinti bianchi in salotto sono esplosi (buongiorno anche a voi, grazie per profumare il mio risveglio), sarà insomma che tutto pressa, spinge, pulsa per ritornare a vivere, ma non riesco a smettere di ballare. Ballare male, magari, o scomposta, o stanca, o sgangherata, da sola •… Continua a leggere Tornare a ballare | sanare fratture

I miei premi, poesia, riflessioni, scrittura creativa, voce di donna

Scrivere quando non puoi essere letto

Nell'ultima settimana mi sono arrivate un'antologia con un mio racconto e una pergamena (che, tra l'altro, ho tagliato aprendo la busta, pensando contenesse un libro che aspettavo). E dunque? Ho preso atto e ho continuato a lavorare. Che senso ha avere scritto, essere stati scelti, vedere il proprio nome stampato se poi nessuno ascolta le… Continua a leggere Scrivere quando non puoi essere letto

riflessioni, venezia

Cefali o noci di mare: sul perché votare domani

Stamattina ho riportato due libri alla biblioteca di Castello. Scambiando due chiacchiere col bibliotecario, ho scoperto che la rete delle biblioteche civiche tiene in ostaggio i libri quindici giorni dopo la restituzione. La quarantena più lunga d'Italia, più lunga della Biblioteca Nazionale di Firenze, cinque volte più lunga di quella della BAUM. Tornando a casa,… Continua a leggere Cefali o noci di mare: sul perché votare domani